Soluzioni stragiudiziali

Se le parti sono interessate ad una soluzione stragiudiziale della loro controversia allora è possibile percorrere le seguenti vie:

Transazioni stragiudiziali:
Le parti assistite dai rispettivi legali trovano un accordo bonario tra di loro e rinunciano alle vie giudiziarie intraprese.
Tale accordo viene messo per iscritto in un c.d. accordo transattivo che viene preparato dagli avvocati ed obbliga le parti a rispettarne le determinazioni.
I vantaggi di tale soluzione rispetto ad un processo consistono in un risparmio sui costi e sui tempi oltre che nell’eliminazione della sempre presente incertezza sull’esito stesso del processo.

Mediazione
In questo caso il mediatore non rappresenta una parte, ma media, appunto, tra entrambe le parti. Egli consiglia entrambe le parti e le assiste, affinché queste possano trovare un accordo bonario senza, però, esercitare alcun tipo di influenza su di loro.
Il suo compito è quello di agevolare attraverso tecniche di comunicazione e di negoziazione appropriate un avvicinamento tra le parti e di condurre così le parti verso un reciproco chiarimento dei punti controversi.
Attraverso questo procedimento si risparmiano, rispetto ad un processo, costi e tempo; oltretutto il risultato finale è una soluzione trovata insieme dalle parti, il che permette loro di identificarsi con tale risultato e ciò aumenta, quindi, notevolmente la possibilità che le parti si attengano poi agli accordi.

Arbitrato
A differenza dei due procedimenti stragiudiziali appena citati si tratta in questo caso di un procedimento contenzioso. Questo, però, non si svolge innanzi ad un giudice ordinario, ma innanzi ad un arbitro ovvero un collegio arbitrale nominato dalle parti stesse.
Anche in questo procedimento Voi siete comunque rappresentati da un avvocato.
I vantaggi in questo caso consistono, oltre che nella scelta di chi dovrà giudicare, il più delle volte soprattutto in un risparmio di tempo. A fronte di tali vantaggi vi è, però, lo svantaggio di costi quasi sempre più elevati.
A tal proposito è comunque consigliabile nominare un collegio arbitrale presso la camera di commercio, poiché questo collegio opera quasi sempre con costi più contenuti rispetto ad un collegio arbitrale libero.

 
Banner